Scheda tecnica - Calopsitta

Clicca qui per scaricare il pdf.


CALOPSITTA
.pdf
Download PDF • 232KB

Il pappagallo Nymphicus hollandicus anche conosciuto con il nome comune di Calopsitta è un pappagallo del genere Nymphicus appartenente alla famiglia dei Cacatuidae. Il pappagallo Nymphicus hollandicus è originario della zona Pacifico ed è un pappagallo che da adulto può raggiungere una dimensione di 32 cm circa con una vita media di 20 anni circa. È un pappagallo Poco rumoroso, la possibilità che impari a parlare è moderato e come alloggio minimo è necessario allevarlo in una gabbia. Per quanto riguarda la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES), Nymphicus hollandicus è nessun obbligo nell’elenco.


DESCRIZIONE

Il nymphicus hollandicus, più conosciuto come Calopsitta e chiamata dai molti erroneamente calopsite, è probabilmente il pappagallo australiano maggiormente diffuso ed allevato in cattività dopo l’ondulato. Si tratta di un simpatico ed affettuoso pappagallino di circa 32cm di taglia. La Calopsitta presenta guance, fronte e lati del collo di un giallo tenue che schiarisce verso i bordi. La regione auricolare presenta una caratteristica macchia arancione tonda. Dalla fronte diverse piume molto sottili vanno a comporre un bel ciuffo erigibile perennemente sollevato. Il becco e le zampe appaiono di un grigio piombo. Ama vivere nelle praterie australiane e periodicamente si produce in spettacolari migrazioni dalle regioni centro-settentrionali dell’Australia verso il meridione per la riproduzione. Questo pappagallo presenta un carattere particolarmente mite, socievole e docile, tanto che è possibile inserirlo in voliera insieme alle cocorite o a piccoli esotici senza nessun pericolo di zuffe e conflitti. E molto robusto e sopporta senza problemi i rigidi inverni europei in voliere all’aperto: è sufficiente, in questo caso, provvedere a fornirgli un riparo dai venti più freddi. Le Calopsitta allevate a mano sono tra i volatili più domestici ed affezionabili all’uomo che si conoscano. Il loro verso tipico è un fischio abbastanza acuto che in ambiente chiuso può risultare fastidioso. Molte Calopsitta imparano ad intonare facili motivetti e vi sono casi in cui imitano la parola umana, seppur in maniera piuttosto imprecisa.


DIMORFISMO

Il dimorfismo sessuale di questo pappagallo non è evidentissimo e riguarda principalmente la testa, gialla nel maschio e grigio-giallastra nella femmina. La macchia auricolare inoltre è arancione nel maschio, di colorazione più pallida nella femmina


DISTRIBUZIONE

Il nymphicus hollandicus è distribuito in quasi tutto il continente australiano, tendendo ad evitare le zone litoranee ed essendo completamente assente solamente nella penisola di York ed in Tasmania.


RIPRODUZIONE

La Calopsitta è un uccello molto prolifico e si riproduce molto facilmente anche in cattività. Il pappagallo depone da 4 a 7 uova generalmente in due cove annuali, deponendo le proprie uova in alberi cavi a giorni alterni. La cova, della durata di 20 giorni circa, è curata da entrambi i genitori che si alternano nel nido. I piccoli nascono coperti da una sottile lanugine di colore giallo tenue che li fa assomigliare a dei piccoli colombini. Intorno alla prima settimana di età le piccole Calopsitta tendono già ad imitare i genitori evidenziando tipici dondolamenti molto simili agli atteggiamenti dei cacatua. Dopo quattro o cinque settimane i piccoli lasciano il nido e non vi rientrano più.


ALIMENTAZIONE

Le sue spiccate preferenze vanno verso i cereali, in particolare il sorgo, il grano ed il mais. Anche i semi di girasole sono molto apprezzati, come quelli della scagliola sterile (Phalaris paradoxa) e della Setaria.

In cattività la Calopsitta può essere agevolmente nutrita con miscela di semi contenente miglio, scagliola, avena e modeste quantità di semi di girasole, canapa e niger. Si può integrare l’alimentazione con riso bollito e legumi cotti. Ama molto le spighe di panico, e mangia, pur senza troppo entusiasmo, mele (è preferibile fornire frutta poco dolce) e verdure a foglia verde.

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti