Scheda tecnica - Lori arcobaleno

Clicca qui per scaricare il pdf.

LORI ARCOBALENO
.pdf
Download PDF • 376KB

l pappagallo Trichoglossus haematodus anche conosciuto con il nome comune di Lorichetto arcobaleno è un pappagallo del genere Trichoglossus appartenente alla famiglia dei Psittaculidae. Il pappagallo Trichoglossus haematodus è originario della zona Pacifico ed è un pappagallo che da adulto può raggiungere una dimensione di 26 cm circa con una vita media di 20 anni circa. È un pappagallo abbastanza rumoroso, la possibilità che impari a parlare è frequente e come alloggio minimo è necessario allevarlo in una Gabbia. Per quanto riguarda la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES), Trichoglossus haematodus è Appendice B nell’elenco.


DESCRIZIONE

Uno dei più celebri e variopinti pappagalli, dalla livrea impressionante per la varietà e vivacità dei colori. La testa si presenta di una tonalità blu elettrico. La parte posteriore del collo è caratterizzata da un bellissimo collare giallo intenso. Il collo e la parte alta del dorso presentano caratteristiche scaglie rosso fuoco su sfondo giallo-arancione. La parte ventrale è di nuovo blu elettrico trapuntata da scaglie rosse. Il dorso, le copritrici e remiganti sono verde brillante, coda e sottocoda verdi variegate di giallo. Il becco è rosso-arancio, l’iride è rossa.


DIMORFISMO

Il dimorfismo sessuale in questa specie è assente.


DISTRIBUZIONE

Questo pappagallo e le sue numerose sottospecie è distribuito su un areale molto vasto. Uccello originariamente australiano (zona costiera del Queensland e Tasmania), si è diffuso in Indonesia ed in moltissime isole del Pacifico: Bali, Nuova Caledonia, Isole Marchesi, Nuova Guinea, Isole Salomone, Nuove Ebridi, Nuova Zelanda.


RIPRODUZIONE

Questo pappagallo si riproduce nel continente australiano da settembre a gennaio, nella primavera australe. Spesso la nidificazione avviene nello stesso albero dove sono presenti nidi di altre coppie. Il maschio costruisce il nido nell’incavo di un albero, generalmente eucalipti molto alti, ma anche negli anfratti di rocce. La femmina depone da 2 a 5 uova che vengono covate per 25 giorni circa. Il maschio partecipa all’allevamento dei piccoli che lasciano il nido dopo circa due mesi. La maturità sessuale è raggiunta verso i due anni di età.


ALIMENTAZIONE

Come tutti i lorichetti, anche l’arcobaleno ha abitudini alimentari nettarivore e frugivore. La lingua di questi pappagalli presenta tipiche espansioni papillose che la rendono particolarmente specializzata nel suggere e prelevare nettare e polline dalle tantissime specie di fiori presenti sul territorio. In natura la percentuale di nettare e polline che costituisce l’alimentazione di questo pappagallo varia tra l’80% ed il 90%. L’arcobaleno si nutre comunque anche di semi, sementi, frutta, bacche, germogli, senza disdegnare piccoli insetti e larve. E’ molto goloso anche di semi di scagliola e girasole bagnati. Un tempo era molto problematico allevare lorichetti in cattività, per la difficoltà a procurar loro il polline ed il nettare che costituisce la base fondamentale della loro dieta. Attualmente sono disponibili sul mercato prodotti preparati ad hoc per l’alimentazione di questi pappagalli, ed il compito degli allevatori è diventato decisamente più agevole. In cattività dunque è necessario fornire al lorichetto arcobaleno prodotti a base di nettare/polline (20% del peso corporeo), riso e cereali bolliti o ammollati in acqua, semi e legumi geminati, camole della farina, macedonia di frutta varia e succosa, verdure a foglia verde e carnosa.

32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti